Ma davvero ellaOne previene l’ovulazione?

Per saperlo basta porsi una domanda semplice: “se una donna ha un rapporto sessuale non protetto nel giorno che precede l’ovulazione (che è il giorno più fertile del ciclo e quello in cui si osserva la massima frequenza di rapporti) e il giorno dopo ovula, può concepire entro 24 ore dall’ovulazione, essendo l’uovo disponibile soltanto  per 24 ore. Il concepimento avviene quindi entro due giorni da quel rapporto.

La pillola ellaOne può essere assunta con efficacia costantemente superiore all’80% fino a cinque giorni dopo quel rapporto e cioè fino a quattro giorni dopo l’ovulazione (avvenuta nel giorno successivo al rapporto) e a tre giorni dopo il concepimento che ne fosse seguito.”

COME PUÒ INVOCARSI UN EFFETTO ANTI-OVULATORIO?

Eppure L’EMA (European Medicines Agency, che è l’Ente regolatorio europeo), L’AIFA e le più note Società Scientifiche sostengono e ci raccontano che questi farmaci prevengono l’ovulazione.

 Condividi/Share: Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someonePrint this page
Pubblicato il sipre in Ambito medico, Informazione scorretta
0 comments on “Ma davvero ellaOne previene l’ovulazione?
1 Pings/Trackbacks per "Ma davvero ellaOne previene l’ovulazione?"
  1. […] invece, una risposta più immediata, è presente nello stesso sito un quesito molto semplice al link. Nel sito della SIPRe è disponibile anche il Parere espresso dal Consiglio Superiore di Sanità […]